Stampa articolo  Crea PDF

Come curare i contenuti di eLearning

Come curare i contenuti di eLearning
Catia Dos Santos
 Catia Dos Santos
 Buone pratiche
05/12/2018: I contenuti di un corso online devono sempre all'altezza delle aspettative dei corsisti, per questo vanno realizzati con particolare cura. Curare i contenuti nell’eLearning significa usare le risorse disponibili online nel modo più efficace.

Nel settore dell’eLearning è davvero difficile creare del contenuto formativo totalmente inedito visto che sulla rete si può trovare di tutto su ogni argomento. Il punto è quale materiale scegliere e come organizzarlo nel modo migliore. Ecco perché quando si parla di curare i contenuti eLearning ci si riferisce a come usare le risorse già esistenti, organizzarle in maniera logica e adattarle alle esigenze del proprio target con il formato multimediale in cui preferisce imparare.

1. Che cosa significa e a cosa serve il content curation

Innanzitutto, vediamo qual è la definizione di content curation. Nell’eLearning significa cercare le risorse utili al proprio corso online da articoli, podcast, video, ebook, tutorial e altro materiale che offre la rete. Questo contenuto deve essere analizzato, organizzato in moduli semplici e tenuto aggiornato costantemente. Ci sono diversi vantaggi nell’usare le risorse della rete nel proprio corso online:

  • Il formatore ha una lista di fonti o bibliografia multimediale da usare per delineare il contenuto della formazione online;
  • Gli studenti hanno una lista di risorse da usare per approfondire gli argomenti trattati nella formazione online o un sommario da cui scegliere cosa imparare nel formato che preferiscono;
  • Il formatore risparmia tempo e denaro perché invece di scrivere da capo dei contenuti può adattare quelli già realizzati da esperti e fonti autorevoli.

2. Come selezionare il contenuto di un corso online

Per trarre il massimo dalla cura dei contenuti, il formatore dovrebbe prestare molta attenzione al materiale che seleziona. Per prima cosa deve selezionare solo materiale affidabile. Ci sono corsi online gratuiti fatti dalle università, app gratuite che si possono integrare per le esercitazioni, ebook scritti da esperti del settore. Una volta fissati i criteri per cercare le fonti, si possono adottare diverse tecniche per selezionare il materiale online:

  • Metodo semantico: si fa una ricerca con delle parole chiave sull’argomento di interesse e si selezionano i contenuti eLearning più rilevanti;
  • Metodo collaborativo e social: si usano dei siti collaborativi o social media per capire cosa pensano gli utenti su un determinato argomento o corso;
  • Metodo diretto: se si è già fatto un corso di formazione online si possono analizzare i report per vedere quali parti del corso vanno migliorate oppure chiedere direttamente ai propri studenti cosa vorrebbero approfondire.

3. Come organizzare il contenuto eLearning

Le ricerche del content curator possono portare a un’infinità di risorse utili, anche quando si applicano i filtri dell’autorevolezza e della rilevanza per gli utenti. Ci sono però delle tecniche che permettono di organizzare il contenuto eLearning nel modo migliore. Dalla lista delle risorse online bisogna selezionare solo i link più rilevanti per il proprio target. Questi vanno organizzati per argomento o modulo e offerti allo studente sotto forma di infografica o sommario da cui si accede direttamente a quello che si vuole imparare. Per ogni link che compone il sommario lo studente dovrebbe conoscere la durata del modulo e il tipo di file usato (video, audio, testo scritto) in modo da poter scegliere come imparare.

4. Come usare al meglio il content curation nell’eLearning

Per selezionare al meglio le risorse per un corso online bisogna sempre tenere a mente le esigenze e le preferenze degli studenti. C’è chi preferisce guardare un video e chi invece ama leggere un testo per fissare meglio quanto imparato. Il materiale poi, deve essere sempre aggiornato e legato alla vita reale con casi studio ed esempi attuali. Per questo il curatore di contenuti deve rivedere spesso i link e le fonti.
Il compito di un curatore di contenuti eLearning è quello di selezionare il materiale formativo per i propri studenti, mantenerlo aggiornato, organizzarlo in brevi moduli di facile utilizzo e dare loro la possibilità di scegliere come visualizzare il materiale: testo, video, gioco…

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla newsletter e ricevi le notizie settimanali!

 ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Commenti:


Nessun commento è ancora presente.
Nickname:
E-Mail (solo per ricevere le risposte)
Inserisci il tuo commento: