Stampa articolo  Crea PDF

Come fronteggiare i rischi della "globalizzazione" della formazione online

Come fronteggiare i rischi della
Anthea De Domenico
 Anthea De Domenico
 Buone pratiche
21/03/2018: Quali sono i rischi della internazionalizzazione per la formazione eLearning e come dominarli?

Desideri espandere il tuo programma di formazione online sul mercato globale oppure stai già andando in questa direzione? I principali attori di ogni progetto di formazione online su scala globale rimangono gli sviluppatori di contenuti, i discenti, gli istruttori, i project manager e gli amministratori di sistema. Ogni passaggio di informazioni tra queste persone è delicato. Ad esempio, gli hacker potrebbero manomettere e modificare le informazioni mentre vengono trasferite o caricate. Di seguito sono riportati 5 rischi della globalizzazione della formazione online e rispettivi suggerimenti per farvi fronte.

1. Rischio monetario

Uno dei principali rischi di globalizzazione della formazione online è senza dubbio il rischio di mercato. Il fatturato aziendale aumenterà o investirai risorse senza un ritorno sostanzioso?

Ricerche di mercato esplorative

Per ridurre al minimo il rischio monetario, analizza la domanda del mercato prima di distribuire il tuo corso di formazione online in più paesi. In questo modo, potrei evitare di proporre un corso in un paese in cui non è richiesto. Inoltre, studiare il mercato può anche significare fare ricerche sulla concorrenza e prepararsi a competere al meglio.

2. Rischi di copyright

I creatori di contenuti sviluppano materiali di formazione che sono fruiti online da remoto: il possibile rischio di un uso illegittimo del materiale da parte degli utenti è alto. Le esercitazioni online e altri materiali di formazione sono a rischio di essere condivisi una volta raggiunti gli studenti. Se non sono disponibili i protocolli di sicurezza appropriati, praticamente qualsiasi materiale di formazione online può essere rubato, condiviso o riutilizzato illegittimamente.

Digital Right Management per le risorse di formazione online

Il Digital Right Management (DRM) deve essere utilizzato per la protezione del copyright e il contratto di licenza. Il DRM garantisce la sicurezza dei contenuti della formazione online e impedisce le copie non autorizzata. L'utilizzo del DRM assicura agli autori che il materiale didattico che condividono è al sicuro: saranno spinti a collaborare con la tua azienda senza timori.

3. Rischio di qualità dei contenuti

La qualità dei contenuti è fortemente influenzata dalla cultura e mette a rischio la tua reputazione. "Ad esempio, il contenuto della formazione online che è valido per una cultura può essere considerato non standard per un'altra. Questo è basato su norme sociali, credenze e pregiudizi personali".

Progettazione attenta e test dei contenuti della formazione

Con un'attenta progettazione e procedura di test potrai ridurre al minimo i rischi relativi alla qualità dei contenuti. Assicurati che i tuoi programmi di formazione soddisfino le esigenze di ogni tuo target e verifica (tramite focus groups) la loro efficacia di ricezione per ogni regione a cui sei interessato.

4. Rischi per la privacy

I programmi di formazione online prevedono, a volte, discussioni online. Le informazioni contenute in queste "chat" e le informazioni di accesso sono archiviate elettronicamente. Se le misure di sicurezza del Learning Management System non sono in atto, questo comporta grandi rischi per la privacy dei partecipanti.

Crittografia

La crittografia impedirà a terze parti di accedere a informazioni private, impedendo casi di violazione della privacy. Gli studenti non dovranno preoccuparsi che i loro dati finiscano in mani sconosciute e saranno più propensi a partecipare all'esperienza di formazione online. Un'altra precauzione di sicurezza è l'utilizzo di controlli firewall esterni all'accesso alla piattaforma LMS. Con un firewall forte viene impedito l'accesso diretto alla rete locale, quindi gli hacker vengono bloccati.

5. Gestione di costi iniziali elevati

Quando si espande il proprio mercato, ipotizzare degli alti costi iniziali è logico: saranno necessarie nuove tecnologie, nuovo personale, una formazione adeguata per i team ...

Pianificazione e bilancio corretti

È meglio lasciare un margine di imprevisto nel budget per l'internazionalizzazione, ma è possibile ridurre al minimo i costi iniziali creando una cronologia dettagliata e un budget accurato fin dall'inizio.

Leggi l'articolo completo...

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla newsletter e ricevi le notizie settimanali!

 ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Commenti:


Nessun commento è ancora presente.
Nickname:
E-Mail (solo per ricevere le risposte)
Inserisci il tuo commento: