Stampa articolo  Crea PDF

LMS responsive vs. LMS formato App

Anthea De Domenico
 Anthea De Domenico
 Design
18/07/2018: Quali sono i pro e i contro dell'adozione di un LMS responsive o di un LMS in formato app? Quale è più utile alle esigenze dei tuoi dipendenti?
LMS responsive vs. LMS formato App

Negli ultimi anni abbiamo assistito ad una vera e propria esplosione della tecnologia on-the-go: l'uso dei dispositivi mobile, tra cui tablet e smartphone, è letteralmente esploso.
Proprio come il mondo della tecnologia, anche il mondo dell'eLearning si è evoluto: esso è sempre più attento alla fruizione dei corsi da mobile, in ottemperanza alle richieste dei discenti.

Quando si parla di dispositivi mobili, è importante considerare il Learning Management System (LMS) da cui vengono erogati i corsi. Esistono 2 strategie principali (non mutuamente esclusive) che forniscono facilità d'uso agli utenti:

1. Design responsive

Il termine "responsive web design" (RWD) è stato coniato da Ethan Marcotte, un web designer, e divulgato in un articolo nel maggio 2010. Prendendo spunto dalla definizione RWD, un LMS responsive è descritto come una piattaforma che fornisce corsi fruibile su dispositivi con diverse dimensioni dello schermo permettendo la continuità, il tracciamento e il reporting su questi dispositivi. Quindi un LMS responsive consente agli utenti di accedere al corso da qualsiasi dispositivo, passando agevolmente da un dispositivo all'altro e riprendendo dal punto in cui erano rimasti senza alcuna perdita di informazioni o di tracciamento.

2. Approccio basato sull'app

Mentre il design responsive fornisce lo stesso contenuto e le stesse funzioni con un layout ridimensionato per adattarsi al dispositivo mobile, le app, in particolare quelle native, sfruttano al meglio la potenza e la flessibilità dei dispositivi mobili. Questo approccio include le app generiche che funzionano su qualsiasi dispositivo (senza download) e le app "native" scaricabili e specifiche della piattaforma per Android, Apple, Windows e Blackberry. Il principale vantaggio delle app native risiede nella possibilità di sfruttare la tecnologia touch e swiping, la geolocalizzazione (posizione), l'uso del telefono, della fotocamera e degli SMS.

LMS responsive o LMS app mobile?

Entrambe presentano pro e contro. La scelta dell'approccio dovrebbe essere guidata da esigenze aziendali condivise ed esplicite, non per moda e perché "lo stanno facendo tutti".

Prima di prendere una decisione è utile porsi alcune domande:

  • Che tipo di esigenze di apprendimento hanno i miei dipendenti?
  • Che tipo di dispositivi usano?
  • Quanti dipendenti lavorano all'interno degli uffici, quanti sono sul campo e quanti lavorano da remoto?
  • Quali caratteristiche della piattaforma mobile posso sfruttare per migliorare l'esperienza degli studenti?
  • Quali sono i risparmi sui costi attesi o il ritorno sull'investimento che ottengo quando scelgo uno dei due approcci?

Nessuno dei due approcci è migliore dell'altro, è solo una questione di bisogni. Come accennato in precedenza, le due modalità non sono esclusive: puoi scegliere un approccio ibrido.

Leggi l'articolo completo...

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla newsletter e ricevi le notizie settimanali!

 ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Commenti:


Nessun commento è ancora presente.
Nickname:
E-Mail (solo per ricevere le risposte)
Inserisci il tuo commento: