Stampa articolo  Crea PDF

Come usare i quiz nell’ e-Learning

Come usare i quiz nell’ e-Learning
Catia Dos Santos
 Catia Dos Santos
 Formazione
03/10/2018: La scelta se usare i quiz durante un corso di formazione online è del tutto personale. Se si decide di farlo, però, bisogna rispettare alcune linee guida perché siano efficaci.

Bisogna necessariamente includere i quiz nell’e-Learning o è meglio un’attività pratica? In realtà, la risposta spetta a ogni formatore che valuta quanto i quiz possono aiutare gli studenti a imparare o rafforzare la propria autostima. Chi pensa che i quiz facciano bene ai propri studenti, dovrebbe comunque usarli nel modo migliore perché siano efficaci.

Ecco le caratteristiche di un buon quiz a chiusura di un corso online.

1. Un buon quiz è fatto di domande pertinenti, scritte in modo chiaro e facilmente comprensibile

Le domande dei quiz devono essere in linea con il contenuto del corso e devono essere concise. Bisogna omettere informazioni aggiuntive e non necessarie. Lo scopo non è quello di fare domande a trabocchetto ma valutare che gli studenti abbiano imparato il contenuto del corso.

2. Il quiz testa quanto appreso nel momento giusto

Non esiste un momento sbagliato per proporre un quiz agli studenti: si può fare all’inizio del corso, durante o dopo il corso. Quello che cambia è l’obiettivo del quiz. Delle domande a inizio corso hanno, infatti, lo scopo di generare curiosità sul contenuto del corso o valutare le conoscenze di partenza. Un test a metà corso serve a capire se gli studenti hanno bisogno di ripetere delle sezioni o fare solo un ripasso veloce. Un quiz alla fine del corso serve a capire cosa è stato appreso.

3. Il test include delle risposte appropriate

Le risposte a scelta multipla dovrebbero spingere lo studente a pensare a quello che hanno imparato durante la formazione online. In caso di risposta negativa, serve un feedback per rimetterli in carreggiata. E’ meglio evitare di usare troppo spesso domande a cui si risponde con Vero o Falso. Bisognerebbe evitare anche risposte come “nessuna delle precedenti” o “tutte le precedenti”. Le risposte devono essere scritte con coerenza dal punto di vista del contenuto, della grammatica, della lunghezza.

4. Il quiz serve per dare un prezioso feedback agli studenti

Il feedback sulle risposte ha un forte valore dal punto di vista emozionale ed educativo per lo studente. Per questo, bisogna spiegare in maniera cortese perché una risposta è sbagliata. E’ anche bene rafforzare la risposta corretta spiegando perché lo è.

5. Il quiz si presenta con un formato coerente e interessante

Per coinvolgere tutti gli studenti si possono usare una varietà di quiz dal formato diverso: trascina la risposta, domande a scelta multipla, riempimento degli spazi, domande aperte, vero o falso, carte illustrate o giochi.
Alcuni di questi formati possono essere usati per test online, altri per la formazione in aula. Il tipo di test va scelto in base alle capacità che si vogliono testare, al tempo che gli studenti hanno a disposizione per rispondere alle domande e al numero di persone coinvolte nella formazione.

Leggi l'articolo completo...

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla newsletter e ricevi le notizie settimanali!

 ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Commenti:


Nessun commento è ancora presente.
Nickname:
E-Mail (solo per ricevere le risposte)
Inserisci il tuo commento: