Stampa articolo  Crea PDF

3 tipi di video per l'eLearning

3 tipi di video per l'eLearning
Anthea De Domenico
 Anthea De Domenico
 Progettazione
04/07/2018: Ci sono molti modi per strutturare e produrre un corso, a seconda delle risorse disponibili e degli obiettivi.

I video comunicano implicitamente informazioni sulla tua azienda agli spettatori. La produzione dice molto sulla tua organizzazione: "i video messi insieme rapidamente comunicano un certo livello di disinteresse nei confronti degli studenti, mentre un video di alta qualità contribuirà a creare un forte riconoscimento del marchio".

1. Video teaser

E' un video introduttivo o demo che solitamente si trova nel catalogo online. La durata media è di due minuti e mira a introdurre gli argomenti del corso, gli obiettivi e i docenti. Il video dovrebbe attirare l'attenzione e rendere il corso accattivante, grazie ad un piglio dinamico e ricco di esempi.

2. Video del corso

Esistono diversi format per strutturare il video del corso: filmare una sessione in aula, filmare in condizioni di studio o usare voci fuori campo. In ogni caso, il video dovrebbe essere conciso e non superare gli 8-10 minuti, completo di informazioni chiave ed esempi utili a catalizzare l'attenzione dello studente.

Le riprese di una sessione in aula

Pro: lo studente ha l'impressione di "frequentare" una lezione.
Contro: non puoi avere il pieno controllo sull'ambiente (rumori, interruzioni di corrente, ecc.).

  • Dal fondo dell'aula

Il video si ottiene semplicemente posizionando una telecamera nelle ultime file dell'aula, riprendendo tutta la lezione (senza modifiche o interruzioni). "Questo metodo, ampiamente utilizzato nei primi anni 2000, non è più raccomandato oggi. I suoi principali svantaggi sono la lunghezza e la monotonia. Non esiste un modo migliore per perdere un pubblico".

  • Multi-Camera

Questo metodo consiste nel filmare da angolazioni diverse dell'aula, con l'aiuto di almeno due cameramen. "Il vantaggio principale è che puoi creare un video dinamico, ma dal momento che è necessario del personale (cameramen, editor video) il metodo è piuttosto costoso. Tuttavia, l'immagine e la qualità del suono sono generalmente di prim'ordine".

Le riprese in condizioni di studio

Pro: pieno controllo dell'ambiente di ripresa.
Contro: minore "realismo".

  • Di fronte alla telecamera

Filmare il docente nel suo ambiente naturale (aula, centro di formazione, ecc.) è una buona pratica. Con questo metodo, l'educatore parla direttamente alla videocamera.

  • Di fronte alla telecamera, con uno schermo verde

Si tratta di posizionare uno schermo verde, che può essere usato per cambiare lo sfondo, dietro al docente. Sarà necessaria un'illuminazione adeguata e una buona qualità dell'immagine.

  • Di fronte alla telecamera, con uno schermo verde animato

Sullo schermo verde, puoi aggiungere tutti i tipi di animazione (durante la post-produzione). Il motion design è l'ideale per illustrare concetti difficili da spiegare oralmente, ma è piuttosto costoso.

  • Di fronte allo schermo verde con diapositive e tavoletta grafica

Come il metodo sopra con l'aggiunta di una tavoletta grafica. L'oratore può evidenziare punti importanti o appuntare i dati estemporaneamente. Tutto questo è particolarmente utile per i corsi scientifici (si pensi, ad esempio, alla scrittura di formule).

Voce fuoricampo

Pro: costo contenuto.
Contro: poco coinvolgente, manca l'elemento umano.

  • Solo animazione

Gli studenti vedono solo l'animazione che illustra la voce fuori campo. L'istruttore registra prima il loro corso e poi il designer aggiungerà l'animazione.

  • Video presentazione (diapositive)

Consiste in una presentazione di slides. La mancanza di animazione ridurrà l'attenzione del vostro pubblico.

  • Video presentazione (diapositive) e tavoletta grafica

Uguale al metodo precedente, tuttavia, gli appunti del docente mentre parla aiutano a sottolineare punti chiave.

  • Video del corso e tavoletta grafica

Metodo che richiede all'istruttore molto impegno in quanto deve discutere il materiale del corso e illustrarlo con dati e diagrammi. Metodo particolarmente utile per argomenti scientifici.

  • Screencast

Ampiamente utilizzato per le esercitazioni software. Gli istruttori con poche risorse possono presentare il corso su diapositive e utilizzare il mouse per evidenziare argomenti importanti. E' necessario un software che permetta di fare screenshot.

3. Webinar

Un webinar è un video trasmesso da remoto che dura tra 30 minuti e 1 ora. E' possibile utilizzare diversi formati:

Webcam dal vivo

Usando la webcam del computer, il webinar avrà costo pari a zero, tuttavia la qualità del video può risentirne.

Dal vivo, Multi-Camera

Esattamente come il precedente tipo, ma con più telecamere. Questa tipologia richiede editing dal vivo e almeno un cameraman (non è una scelta a basso budget). E' indispensabile una connessione Internet di alta qualità, ma il suono e l'immagine avranno qualità eccellente.

Voce fuori campo dal vivo e diapositive

Non c'è video, solo la voce che commenta le diapositive. È anche possibile utilizzare una tavoletta grafica, se necessario. Questo formato non è molto interattivo e non permette di avere il vantaggio principale di un webinar: vedere chi sta parlando.

Leggi l'articolo completo...

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla newsletter e ricevi le notizie settimanali!

 ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Commenti:


Nessun commento è ancora presente.
Nickname:
E-Mail (solo per ricevere le risposte)
Inserisci il tuo commento: