Stampa articolo  Crea PDF

Personalizzare i corsi online con l’adaptive learning

Catia Dos Santos
 Catia Dos Santos
 Progettazione
13/01/2021 : Quali sono gli strumenti che aiutano a personalizzare un corso eLearning e qual è il ruolo dell’intelligenza artificiale?
Personalizzare i corsi online con l’adaptive learning

Una delle tendenze costanti dell’eLearning è la ricerca di un modo per offrire una migliore esperienza di formazione agli studenti. Che si tratti di formazione aziendale, formale o informale, gli studenti hanno sempre modalità diverse di apprendere. Per un corso di formazione efficace è importante tenere in considerazione quali sono i bisogni formativi di ogni studente e qual è il modo migliore per rispondervi. Di fatto, si tratta di personalizzare un corso online e uno dei modi più efficaci per farlo è tramite l’uso dell’ adaptive learning.

Che cos’è l’adaptive learning e quali sono le sue caratteristiche?

Nell’ambito dell’eLearning l’apprendimento adattivo, o adaptive learning, è un metodo educativo basato su computer che usa diversi algoritmi per analizzare le prestazioni, i bisogni e i comportamenti degli utenti modificando di conseguenza i contenuti presentati. Di per sé, quindi, è un modo per personalizzare l’esperienza di formazione attraverso le facoltà adattive dell’ intelligenza artificiale. Non solo analizzando dei parametri si capisce qual è la soluzione migliore per ogni studente, ma si apprende insieme allo studente stesso e si prendono decisioni migliori all’istante.

Il tratto distintivo dell’adaptive learning, infatti, è che avviene in tempo reale: mentre lo studente risponde alle domande, la macchina rielabora immediatamente gli input forniti per poter proporre le domande successive adatte. Durante le lezioni si saltano le parti che lo studente conosce già e ci si focalizza sulle lacune.

Infine, l’adaptive learning offre un riscontro personalizzato sull’andamento degli studenti con un feedback puntuale sulle risposte date.

Come funziona l’adaptive learning dal punto di vista dei corsisti?

Da punto di vista della progettazione l’adaptive learning si basa sugli algoritmi e sui dati che riceve dalle azioni degli studenti. Mettendosi nei panni degli studenti, il primo incontro con l’apprendimento adattivo sarà rispondere a domande mirate.

In ambito aziendale e non solo, succede spesso che gli stessi corsisti non abbiano le idee chiare su quali siano i propri bisogni. Le tecniche di adaptive learning, permettono di arrivare a determinare i bisogni in maniera indiretta, tramite una serie di domande e l’analisi delle risposte in base a precisi parametri fissati in fase di progettazione.

In che modo l’apprendimento adattivo personalizza i corsi online?

La personalizzazione di un corso online tocca ogni aspetto dall’apprendimento:

  • Contenuto delle lezioni: a seconda delle risposte date dallo studente, il sistema è in grado di stabilirne il livello e determinare quali sono i contenuti da offrire, riproporre, approfondire.
  • Stile di apprendimento: se uno studente trascorre molto tempo a guardare dei video è molto probabile che il sistema offra questo tipo di contenuto con più frequenza, tenendo conto anche dell’efficacia di questo tipo di formazione tramite quiz di fine modulo o corso.
  • Modalità di valutazione: se i dati raccolti dal sistema indicano che lo studente ha difficoltà ad apprendere leggendo testi scritti, per esempio, è possibile che siano proposti dei video quiz come modalità di valutazione o al contrario, che si punti sulla trascrizione di video per sviluppare le capacità di comprensione scritta.

Tutto dipende dal tipo di corso, dagli obiettivi formativi che si vogliono raggiungere e da come sono impostati i parametri. Anche i dati inseriti, gli input degli studenti, hanno un ruolo molto importante: è proprio dalle attività che ogni studente svolge durante il corso che ha inizio il processo di analisi alla base dell’intelligenza artificiale.

Per un’esperienza di formazione efficace, adatta alle precise esigenze di ogni studente, un sistema di apprendimento adattivo non si occupa solo di offrire i contenuti giusti, ma presta attenzione anche al modo in cui questi contenuti sono fruiti (video, testi, audio) adattando di conseguenza anche le modalità di valutazione.

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla newsletter e ricevi le notizie settimanali!

 ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Commenti:


Nessun commento è ancora presente.
Utente:
E-Mail (solo per ricevere le risposte)
Inserisci il tuo commento: